giovedì 29 ottobre 2015

Colori e profumi dell' autunno

Qualche ora all'aperto nel nostro appennino ....un giretto sotto ad una pineta...










Tanti frutti della natura...tutti belli...ma chissà se commestibili? Immagino di no altrimenti non sarebbero più stati lì....




Di queste meravigliose "melette" ho fatto incetta....e nel week end spero di dare vita a qualche bella ricetta...

E voi conoscete i funghi? Li raccogliete e cucinate? Io mi fidavo solo di quelli che portava a casa il mio nonno.... e sapeste quante ricette e quanti vasetti sott'olio per l'inverno...

Un abbraccio
Ely









martedì 27 ottobre 2015

Indipendence Day - Edizione autunnale

Finalmente è arrivata domenica 25 ottobre...una domenica speciale, quella dell'ID autunnale.
Ricordate vero? Si tratta dell'iniziativa di Francesca  dove per un intero giorno  ci liberiamo dalla schiavitù della grande distribuzione per dimostrare a noi stessi ed agli altri che è possibile tornare ad un'alimentazione più sana e naturale.

Innanzitutto gli ingredienti che ho utilizzato sono  acquistati direttamente dal produttore e solo pochissime eccezioni dal negozio sotto casa.



Ma entriamo nel dettaglio...ecco il mio menù:

Colazione
Ciambella dei 7 vasetti  con farina integrale bio e mele bio


Per il pranzo ho utilizzato come ingrediente principale  una delle mie zucche (raccolte a fine estate dall'orto) 


e del Riso Rosso Ermes Integrale ( acquistato dai produttori in una sagra a Comacchio)


Pranzo:
Risotto rosso integrale alla zucca al profumo di zenzero


Ingredienti per due persone:

160 gr di riso rosso integrale
Zucca : ho usato 4 fette tagliate a cubetti di una zucca piccola/media
Zenzero Bio: 4 rondelline circa
sale marino integrale q.b
pepe: q.b

Ho cotto in pentola  a pressione per 20 minuti il riso e poi l'ho saltato  in padella dove avevo precedentemente fatto insaporire nell'olio EVO lo zenzero tagliato a rondelle ed i cubetti di zucca ( precedentemente cotti nel micronde per 5/6 minuti), salato e pepato. Et voilà un risottino autunnale niente male.

Con questa ricetta partecipo a Integralmente Autunnale di Daria, dove l'ingrediente principale è  il Riso e visto che c'è la Zucca anche alla raccolta mensile del Bimbo Intollerante


Seconda zucca dell'orto

Cena:
Vellutata di zucca
Insalata finocchi arance ed uvetta


Finocchio ed arance acquistate dal "contadino" di fiducia di Mr. B.


Buona giornata a tutti
Ely




lunedì 19 ottobre 2015

Ciambellone dei 7 vasetti

Devo dire che da quando ho nuovamente tirato fuori il mio Fornetto Versilia, ogni settimana preparo una ciambella per le nostre colazioni!

Credo che sia il pupo ad indicarmi le sue “ voglie”…perché proprio alla mattina non riesco a tollerare i biscotti e mangio volentieri solo una bella fetta di ciambella “homemade"...


Questo week end ho preparato la famosa ciambella dei “ 7 vasetti”…in rete trovate davvero mille ricette e la sua facilità è che gli ingredienti non vengono pesati ma si usa come misurino un vasetto di yogurt ( quello classico da 125 gr).


Ecco gli ingredienti:

1 vasetto da 125 g di yogurt magro
2 vasetti di zucchero integrale
3 vasetti di farina ( ho usato farina 0 Bio)
1 vasetto di olio di semi
3 uova
1 bustina di lievito
una presa di sale

aroma a piacere

Come sempre sono partita dal frullare le uova con le zucchero, la presa di sale, lo yogurt e l'olio, poi ho aggiunto tutti gli altri ingredienti.  Una volta ottenuto un impasto fluido ed omogeneo ho messo nello stampo imburrato ed infarinato ( il fornetto versilia) e cotto per circa due ore su fuoco basso.
Ricordo sempre di fare la prova stecchino.

Ps: se usate il forno tradizionale considerate circa 45 minuti a 180°.

Ps 2: era da tantissimo tempo che non usavo la farina bianca (non integrale) e devo dire che sia io che Mr. B abbiamo constatato definitivamente che la farina integrale è in assoluto la migliore!

E voi come vi organizzate per le vostre colazioni? Cosa preparate e quando?

A presto 
Ely

lunedì 12 ottobre 2015

Nuova Rubrica: La mia città

E’ da un po’ che ci penso e l’altro giorno complice un post di Nicoletta dove ci mostrava dei particolari della sua città ho pensato che si potesse proprio fare….
Ma cosa, direte voi? Un bel viaggio virtuale nelle nostre città!
Abbiamo la fortuna di abitare in un paese tra i più belli del mondo  (se non il più bello!) dove arte, cultura, cibo, natura e chi più ne ha più ne metta si trovano in ogni angolo del bel paese…allora perché non viaggiare virtualmente tramite i nostri blog per  tutte queste meraviglie?

Che ve ne pare? Vi piace come idea?

Io direi di pubblicare una volta al mese, oppure in realtà quando uno vuole, un post dedicato (chiamato la mia città #) dove mostriamo alcuni particolari delle nostre città con una piccola spiegazione/didascalia.

Questo il banner che ho creato:




Le uniche regole a cui ho pensato sono:
  1. Creare di  Lunedì un post con delle foto sulle nostre città con una breve spiegazione
  2.  inserire nel vostro blog il banner  ed  il link a questo post
  3. inserire il link del proprio post  tra i commenti 

PS. Ovviamente possono partecipare tutti, anche chi non ha un blog …
Chi non ha un blog può semplicemente mandarmi un mail (elyely@libero.it) ed io pubblicherò foto e spiegazioni al posto vostro!

L’iniziativa non ha scadenza (per ora…)

Non sono un’esperta ed è la prima volta che mi cimento in un’avventura “condivisa” come questa, quindi qualunque suggerimento sarà ben accetto!

Intanto parto con questo post “ sperimentale” proprio per vedere come potrebbe essere:

La mia città # 1 # Le Torri


Simbolo comunemente riconosciuto di Bologna, le due torri sono collocate strategicamente nel punto di ingresso in città dell'antica via Emilia. Realizzate in muratura come poche altre costruzioni, svolgevano importanti funzioni militari (di segnalazione e di difesa) oltre a rappresentare con la loro imponenza il prestigio sociale della famiglia. Alla fine del XII secolo se ne contavano in città un centinaio di cui solo una ventina, sopravvissute ad incendi, guerre e fulmini, sono oggi ancora visibili. Recente è la ricollocazione dinanzi alle torri di una statua di San Petronio di Gabriele Brunelli del 1670, che era stata rimossa nel 1871 "per motivi di traffico".


TORRE DEGLI ASINELLI
La Torre viene costruita tra 1109 - 19 dalla famiglia omonima e passa al Comune già nel secolo successivo. Alta 97,20 m presenta uno strapiombo di 2,23 metri e una scalinata interna di 498 gradini terminata nel 1684. Il basamento è circondato da una 'rocchetta' realizzata nel 1488 per ospitare i soldati di guardia. Oggi sotto il portico sono state ricollocate alcune botteghe di artigianato a ricordo della funzione commerciale svolta dal medievale 'mercato di mezzo'.


TORRE GARISENDA
La vicina Torre Garisenda, coeva alla precedente, si differenzia visivamente per la minore altezza di soli 47 metri e il forte strapiombo (3,22 m) dovuto ad un precoce e maggiore cedimento del terreno e delle fondamenta. A metà del XIV secolo si rende necessario l'abbassamento. Il rivestimento in bugne di selenite alla base risale invece alla fine del XIX secolo.

Fonte:http://www.bolognawelcome.com


La leggenda vuole che ... "I laureandi non debbano salire sulla Torre degli Asinelli. Se un laureando sale fino in cima alla torre ... addio laurea!" 


Bene, vediamo se questa proposta e questo primo tour virtuale vi sono piaciuti!

Fatemi sapere.

A presto Ely



venerdì 9 ottobre 2015

Work in progress...e.......


Con la compagnia di Micetta abbiamo tirato fuori uncinetto e comprato nuova lana  per metterci subito all'opera....


ehh si..dobbiamo incominciare a fare sul serio...


bisogna creare la prima copertina....


.....la pancia cresce.... :) :) :)


.....siamo alla 24^ settimana....

un abbraccio
Ely, micetta e panciotta :)